une rentrée ordi--672x359

Le Temps del 23.8.2014

Un nuovo anno scolastico inizierà a breve e il meccanismo complesso della scuola ritornerà a funzionare a pieno regime.
La scuola essendo un’istituzione di importanza capitale per la società, noi, come cittadini, ci aspettiamo regolari adattamenti dei contenuti di base, coerenti con i tempi attuali, che permettano di costruire negli allievi competenze per meglio adattarsi.

Le tecnologie digitali, avendo modificato in questi anni molti ambiti lavorativi, sociali e comunicativi, dovrebbe perciò essere un nuovo contenuto proposto a scuola. Da anni infatti l’informatica cerca una sua collocazione all’interno della formazione scolastica. Negli anni ’80 fu oggetto di studio, cioè insegnata anche nella scuola obbligatoria soprattutto in contesti opzionali. Negli anni ’90 questi contenuti, centrati sul computer e la programmazione furono abbandonati, sostituiti dall’informatica integrata, cioè, dalle tecnologie usate come sussidio didattico e integrate nelle varie didattiche disciplinari.

L’uso degli strumenti digitali e la comprensione dei mass media sono invece spostati nel contesto della formazione generale, trasversale, vedi nuovi piani di studio. Questa è l’attuale tendenza dell’intersezione tra tecnologie digitali e formazione scolastica. (altro…)