In vista dell’incontro del 21 ottobre (e anche per eventuali riflessioni successive), vi chiediamo di provare a rispondere alle domande sotto elencate. Le risposte vanno inviate qui, nel blog, sotto forma di commenti a questo articolo. Potete scegliere se

a) rispondere a tutte le domande ( al massimo due frasi per ogni risposta);
b) rispondere in maniera più articolata a una sola domanda.

Ecco le domande:

  1. Cosa è la poesia?
  2. Dove sta la poesia?
  3. Perché è importante proporre poesia alla Scuola Elementare?
  4. Quale valore aggiunto porta?
  5. Come proporre poesia alla Scuola Elementare?
  6. Come prepararsi per offrire poesia agli allievi?
  7. L’ora di poesia o la buona occasione della poesia?
  8. Quando scelgo una poesia per i miei allievi, scelgo un prodotto linguistico da indagare o c’è anche dell’altro ?

Vi ricordiamo poi l’altro “compito”, del tutto facoltativo, che vi abbiamo proposto sempre in vista del prossimo incontro e che non va pubblicato sul blog. Vi abbiamo chiesto di

  1. scrivere una poesia e, dopo aver scritto la poesia, di provare a riflettere sul seguente aspetto: quale sforzo ho dovuto affrontare, cosa ho dovuto “mobilitare” nel comporre il mio testo (a livello cognitivo, linguistico, evocativo, emotivo,…);
  2. scrivere tre frasi, di significato diverso, contenenti l’avverbio già.

Buon lavoro e a presto!