Pubblichiamo in forma di articolo la trascrizione dei cartelloni realizzati durante il quarto incontro del corso, svoltosi in data 14.01.2009. Non si tratta di un semplice promemoria, ma di un documento che potrebbe rivelarsi utile per ricavare spunti (didattici e non) per approfondire una delle essenze più “profumate” della lingua italiana. Ovviamente siete invitati a commentare questa carrellata di idee con le vostre aggiunte o considerazioni. E altrettanto ovviamente vi ringraziamo per il lavoro fin qui svolto, senza il quale questo articolo non sarebbe mai stato scritto.

A beneficio di chi non era presente all’incontro, ricordiamo la consegna: provate a costruire un cartellone cercando di spiegare come è fatta una parola a partire dalle preposizioni. Un piccolo esempio: la parola fatta di… lettere.

Gruppo1

La parola fatta…

di segni, senso, lettere
a pezzi, incastro
da suoni, immagini, pensieri
in concordanza, rima, fretta, allegria, silenzio
con fantasia, emozioni, sentimento, logica
su misura, richiesta
per esprimere, comunicare, trasmettere, amare, spiegare, vivere, litigare
tra noi, amici, persone, bambini
fra testi, idee, immagini, il serio e il faceto

Gruppo 2

La parola fatta…

di spicchi
a strati
da noi
in salmì
con testa
su misura
per tutti
tra esseri
fra pensieri

Gruppo 3

La parola fatta…

di suoni, lettere, immagini, idee, regole, segni, sillabe, mistero
a pezzi, cassetti, mongolfiera, ventaglio
da bere, mangiare, ridere, usare, giocare, tacere
in catena, cerchio, giro, vendita, regalo, genere
con senso, testa, fatica, coraggio
su stelle, cartelli, treni, vettore, libri
per canzoni, gioco, finta, raccontare, spiegare, amare
tra uomini, litigi, pause, paesi, silenzi
fra noi, stagioni, un anno, silenzi, bambini

Gruppo 4

La parola fatta…

di suoni
a pezzi
da immagini
in casa
con passione
su misura
per me
tra me e te
fra – se” (sé)