Simone Fornara

Simone Fornara

(0 commenti, 34 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Articoli di Simone Fornara

TIscrivo a Siena per il Convegno ASLI Scuola

0

Scrivere nella scuola oggi. Obiettivi, metodi, esperienze è il titolo del Secondo Convegno nazionale ASLI Scuola, che si svolgerà dal 12 al 14 ottobre 2017 presso l’Università per Stranieri di Siena.

Ricco e interessante il programma, che prevede conferenze plenarie di studiosi come Luca Serianni, Francesco Sabatini e Giacomo Stella, alternate a sessioni parallele. In una di queste interverranno anche Silvia Demartini e Simone Fornara, con una relazione intitolata Dall’esperienza alla scrittura: costruzione del testo e scelte lessicali nelle produzioni di studenti di scuola media in Canton Ticino. Rilievi dal progetto TIscrivo.

Cliccare qui per scaricare il programma completo.

0

Oggi l’ortografia vanta un singolare primato: non c’è errore che sia sintomo di ignoranza al pari di quello ortografico. Basti pensare a tutte le volte che i giornali o il web riportano strafalcioni come Entrare a d’agio, Non posso fare almeno di te o All’estimento saldi.

Nessuno può sentirsi davvero “al sicuro”: il confronto con i propri dubbi di ortografia emerge ogni volta che si scrive un testo, sia un saggio, un articolo di giornale o una pagina web. Succede al neo-laureato che compone il curriculum, al professionista che scrive una e-mail e al giornalista che spedisce il pezzo in redazione.

A maggior ragione questo capita tra i banchi di scuola: quante volte ci siamo chiesti se si scrive sufficiente o sufficente, oppure se correggere sé stesso o ciliege?

Per rispondere a questi e ad altri interrogativi, martedì 23 maggio 2017, alle ore 17 (presso l’Aula Magna del DFA di Locarno), il Centro di Didattica dell’Italiano Lingua di Scolarizzazione (DILS) della SUPSI organizza la presentazione del libro di Luca Cignetti e Silvia Demartini L’ortografia (Roma, Carocci, 2016), un volume scritto in modo originale e discorsivo che parte proprio dall’uso reale nella scrittura e dall’esame degli errori più comuni dell’italiano di oggi.

Cliccare qui per scaricare la locandina.

L’ortografia

0

Non si fermano le pubblicazioni che traggono materia viva dai testi delle ricerche TIscrivo: sul finire del 2016 è uscito il volumetto L’ortografia, scritto da Luca Cignetti e Silvia Demartini per la Carocci di Roma.

Perché su giù ci vuole l’accento e con su invece non ci va? Come mai brav’uomo ha l’apostrofo e buon uomo no? Si scrive per lo più o perlopiù? Partendo dai dubbi più comuni, e senza trascurare la scrittura di internet e dei social network, il libro accompagna il lettore a scoprire come funziona l’ortografia della lingua italiana e a capirne gli ingranaggi, mostrando come e perché è cambiata nella storia e quali sono gli strumenti indispensabili per conoscere le sue regole. Per riuscire, finalmente, a scrivere senza errori.

Come TIscrivo a Napoli

0

locandina-26-settembreLunedì 26 settembre 2016 si è svolta un’interessante giornata di studio sulla scrittura a scuola presso l’Università di Napoli “L’Orientale”, finalizzata a presentare due progetti di ricerca-azione per le scuole campane.

Il ricco programma, organizzato da Rita Librandi e Daniele D’Aguanno, ha previsto una serie di interventi di studiosi e di docenti che hanno raccontato esperienze didattiche e di ricerca condotte con i loro allievi, allo scopo di promuovere il rafforzamento delle competenze di composizione scritta attraverso un parallelo lavoro di lettura e di ampliamento lessicale.

Simone Fornara ha concluso la giornata con un intervento dal titolo Scrivere non è solo scrivere. La complessità dei processi di scrittura dall’inventio alla revisione, passando per le parole, durante il quale, a partire dai risultati delle ricerche TIscrivo, ha proposto alcune linee di intervento per una didattica della scrittura motivante ed efficace in diversi ordini scolastici.

Cliccare qui per scaricare il programma completo.

Il convegno “Come TIscrivo?” sui media

0

Il 23 agosto 2016 si è svolto al Teatro di Locarno il convegno Come TIscrivo? La scrittura a scuola tra teoria e didattica, organizzato dal Dipartimento Formazione e Apprendimento della SUPSI. L’evento è stato seguito dai giornalisti della Radio Televisione della Svizzera Italiana, con diversi servizi. Il giorno stesso dell’evento la trasmissione televisiva della rete RSI La Uno “Il Quotidiano” ha offerto una sintesi dei lavori, con tre interviste a Simone Fornara, Livia Radici Tavernese e Michela Bettoni.

Sono da segnalare altre due trasmissioni radiofoniche, che potete ascoltare cliccando sui seguenti link:

Infine, lunedì 29 agosto 2016 Simone Fornara è stato ospite di Antonio Bolzani e della trasmissione radiofonica “La consulenza” (RSI, Rete Uno). Insieme a Giuseppe Patota, si è discusso delle competenze di scrittura dei giovani di oggi, con particolare riferimento alla scuola dell’obbligo ticinese e ai risultati della ricerca TIscrivo. Anche questa trasmissione si è dunque agganciata al convegno di Locarno.

Come TIscrivo a scuola: il convegno

0

Schermata 2016-06-10 alle 15.22.11

Come scrivono i giovani studenti della scuola dell’obbligo ticinese di oggi? Quali sono i nodi di difficoltà ricorrenti della loro scrittura e dell’italiano in generale? Che cosa può fare un docente per aiutarli a migliorare? In quale modo la ricerca scientifica può guidare le pratiche didattiche nelle aule scolastiche?

Rispondere a questi e ad altri interrogativi può sembrare difficile, ma non è impossibile. Soprattutto se le risposte possono fondarsi su un’analisi rigorosa della realtà. Ed è proprio questo l’intento di fondo del convegno che si svolgerà al Teatro di Locarno il 23 agosto 2016: dare risposte utili ai dubbi dei docenti a partire dai risultati della nostra prima ricerca TIscrivo.

La giornata, aperta a tutti i docenti della scuola dell’obbligo (e non solo), prevede relazioni accademiche, il racconto di esperienze didattiche maturate sui banchi delle scuole elementari e medie del Ticino, una tavola rotonda sul tema della scrittura a scuola, ed è anche l’occasione per presentare il libro Come TIscrivo? La scrittura a scuola tra teoria e didattica (Roma, Aracne, 2016), che descrive i principali risultati dei primi tre anni del progetto. Non mancheranno, inoltre, alcune sorprese in linea con il contesto in cui l’evento si svolgerà (il Teatro di Locarno).

Iscrizioni, programma, profili dei relatori e altri dettagli all’indirizzo www.supsi.ch/go/tiscrivo.

Cliccare qui per scaricare la locandina con il programma completo in formato A3.

 

Il piacere di scrivere al Palazzo dei Congressi di Lugano

0

Schermata 2016-05-20 alle 19.56.16Giovedì 19 maggio 2016, la Società Dante Alighieri di Lugano, grazie all’iniziativa di Raffaella Castagnola, ha organizzato un incontro di discussione sul libro di Simone Fornara e Luca Cignetti Il piacere di scrivere. Guida all’italiano del terzo millennio (Roma, Carocci, 2014).

L’incontro, che si è svolto al Palazzo dei Congressi, ha visto la partecipazione di un pubblico attento e interessato, che ha interagito con i due autori proponendo interessanti considerazioni e domande sullo stato di salute della scrittura e dell’italiano di oggi.

Cliccando su questo link è possibile scaricare la doppia pagina dedicata all’evento dal «Corriere del Ticino» di mercoledì 18 maggio 2016.

TIscrivo a Bressanone

0

Risultati immagini per università di bolzano bressanoneIl 21 aprile 2016 Simone Fornara e Silvia Demartini sono stati invitati a svolgere due incontri laboratoriali nell’ambito del corso di Didattica della lingua italiana di Silvia Dal Negro presso la Libera Università di Bolzano (Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria). Nella suggestiva sede di Bressanone, gli incontri, intitolati “Come TIscrivo a scuola? La didattica della composizione scritta nella scuola primaria tra norma ed errore”, sono partiti dalla descrizione di alcune esperienze didattiche incentrate sulla composizione del testo, per proporre un inquadramento generale sull’importanza della revisione per aiutare i bambini di scuola primaria ad acquisire consapevolezza dei propri errori in un’ottica costruttiva.

In seguito sono stati analizzati insieme agli studenti coinvolti e in modalità laboratoriale alcuni testi scolastici tratti dal corpus DFA-TIscrivo per far emergere le principali criticità ai diversi livelli linguistici e per suggerire esempi di strategie didattiche mirate al miglioramento delle competenze linguistiche degli allievi.

TIscrivo a Madrid

0

Schermata 2016-04-04 alle 07.09.54Dal 4 al 6 aprile 2016 la Facoltà di Filologia dell’Università Complutense di Madrid (UCM) ha ospitato il XIV Congresso della Società internazionale di Linguistica e Filologia italiana (SILFI), sul tema “Acquisizione e didattica dell’italiano”.

L’équipe di TIscrivo2.0 del DFA di Locarno è stata presente al completo: Simone Fornara, Luca Cignetti, Silvia Demartini e Sara Giulivi hanno avuto modo di intervenire ai lavori del congresso con alcune relazioni tra le quali hanno trovato spazio riflessioni ispirate ai risultati delle nostre ricerche. Particolarmente apprezzate dai presenti le riflessioni in prospettiva didattica.

Cliccare qui per visitare il sito ufficiale del Congresso.

Come TIScrivo? Il primo libro della nostra ricerca

0

TIscrivo_copertina_ridCome scrivono i giovani studenti di oggi? Quali sono i nodi di difficoltà ricorrenti della loro scrittura? Che cosa può fare un docente per aiutarli a migliorare?

A questi e altri interrogativi, al fine di aggiornare il quadro teorico di riferimento e di proporre soluzioni didattiche che possano orientare gli interventi degli insegnanti, fornisce alcune risposte il libro Come TIscrivo? La scrittura a scuola tra teoria e didattica, a cura di Luca Cignetti, Silvia Demartini e Simone Fornara (Roma, Aracne, 2016), la prima pubblicazione in volume legata alla ricerca TIscrivo.

Con i contributi di Luca Cignetti, Dario Coviello, Silvia Demartini,  Angela Ferrari, Simone Fornara, Marco Guaita, Letizia Lala e Alessandra Moretti Rigamonti, il libro è disponibile per l’acquisto presso il sito della casa editrice Aracne e presso i migliori store online.

Il libro verrà presentato ufficialmente a Locarno in un evento che si svolgerà all’inizio dell’anno scolastico 2016-17. Prossimamente tutti i dettagli.

Nuovi articoli su TIscrivo nella sezione download

0

DidIta_copertina-212x300Il Dipartimento Formazione e Apprendimento della SUPSI ha appena pubblicato il volume La didattica dell’italiano. Problemi e prospettive (Locarno, 2015), a cura di Marcello Ostinelli.

Al suo interno si trovano due contributi sulla ricerca TIscrivo, rispettivamente di Luca Cignetti (Didattica della scrittura e linguistica del testo: tre priorità di intervento) e di Alessandra Moretti (Come scrivono gli allievi in quarta media).

Entrambi gli articoli sono disponibili nella sezione download.

 

Scrivere (non) è un problema

0

Piacere_di_scrivere_DFAIl Dipartimento Formazione e Apprendimento della SUPSI è lieto di invitarvi alla presentazione del libro di Luca Cignetti e Simone Fornara Il piacere di scrivere. Guida all’italiano del terzo millennio (Roma, Carocci, 2014), con prefazione di Luca Serianni, un manuale di scrittura che parte dall’analisi delle difficoltà più diffuse dell’italiano di oggi, con ampia esemplificazione tratta dal contesto scolastico ticinese, per elaborare proposte didattiche diverse da quelle tradizionali e adatte a ogni tipo di scrivente.

L’italiano di oggi, infatti, è fonte di dubbi e incertezze per chiunque si appresti a scrivere un testo, dalla scuola dell’obbligo all’università, passando per i contesti professionali e per la vita di tutti i giorni. Lo sanno bene gli studenti, e lo sanno molto bene anche i docenti, che si trovano spesso nella condizione di chi non sa da dove iniziare per aiutare gli allievi a recuperare e sviluppare competenze ancora non ben padroneggiate.

La serata sarà l’occasione per passare in rassegna alcuni dei nodi di difficoltà più diffusi nella scrittura di oggi (dall’ortografia alla pianificazione del testo, dalla punteggiatura alla revisione, dalla stesura dei capoversi alle scelte lessicali), e per illustrare alcuni principi operativi e alcune proposte concrete.

Un’attenzione particolare sarà data alla didattica della scrittura nel contesto scolastico ticinese, grazie anche alla presenza di Daniele Dell’Agnola, docente di scuola media, formatore al DFA e scrittore, e di Alessandra Moretti, docente nelle scuole medie superiori ed esperta di italiano per la scuola media, che dialogheranno con gli autori alla luce della loro pluriennale esperienza.

La presentazione si svolgerà presso il Dipartimento Formazione e Apprendimento della supsi di Locarno, in Sala conferenze, mercoledì 9 dicembre 2015 alle ore 17.

Cliccare qui o sull’immagine per scaricare la locandina.

TIscrivo a Bellinzona

0

Schermata 2015-11-30 alle 13.46.42«Non bisogna cafarsi e poi perdere»: descrizione e analisi dei titoli e delle conclusioni scritti dagli allievi di scuola elementare e media del Canton Ticino negli elaborati del corpus TIscrivo. Questo il titolo della relazione presentata da Simone Fornara e Silvia Demartini al Convegno dell’OLSI (Osservatorio Linguistico della Svizzera Italiana) “Linguisti in contatto 2. Ricerche di linguistica italiana in Svizzera e sulla Svizzera”, svoltosi a Bellinzona tra il 19 e il 21 novembre 2015.

La relazione si è concentrata su uno dei livelli linguistico-testuali oggetto delle analisi degli ultimi mesi di lavoro, cioè la descrizione e il confronto dei titoli e degli insegnamenti morali che gli allievi hanno inserito rispettivamente all’inizio e alla fine dei loro elaborati.

Il titolo prende spunto da uno scritto di un bambino di quinta elementare presente nel corpus TIscrivo, che contiene una parola lessicalmente molto interessante: cafarsi, utilizzata con il significato di ‘vantarsi’, secondo un’accezione attestata nell’italiano regionale ticinese.

Cliccando qui è possibile scaricare il pdf del poster che ha accompagnato la presentazione.

E, per dirla con gli allievi di TIscrivo, ricordate che «chi ha fretta i pesci non li piglia a lungo»!

TIscrivo a Malta

0

Schermata 2015-11-30 alle 14.14.25Luca Cignetti e Silvia Demartini hanno portato la ricerca TIscrivo a Malta, in occasione del XLIX Congresso internazionale di Studi della SLI, “Tipologia e ‘dintorni’. Il metodo tipologico alla intersezione di piani d’analisi”, svoltosi presso l’Università degli Studi di Malta tra il 24 e il 26 settembre 2015.

La relazione, intitolata Dal dato allo strumento. Questioni teoriche e applicative nell’allestimento del LISSICS (Lessico dell’Italiano Scritto della Svizzera Italiana in Contesto Scolastico), si è inserita nel Workshop “Dati empirici e risorse lessicali”.

Il confronto con colleghi provenienti da diversi contesti, con grande esperienza nella gestione di corpora testuali di notevoli domensioni, è stato un passo importante in vista dell’allestimento del vocabolario di TIscrivo, una delle sfide più impegnative del nostro progetto.

TIscrivo ancora a Bologna

0

Giscel marzo 2015 definitivo Venerdì 6 marzo 2015 la ricerca TIscrivo è tornata nell’ateneo bolognese, con un doppio appuntamento: Silvia Demartini e Simone Fornara al mattino hanno presentato l’impostazione e alcuni risultati dei lavori di fronte a 150 studenti di diversi corsi di laurea, presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, grazie all’invito di Matteo Viale; al pomeriggio, invece, hanno parlato della punteggiatura e della sua didattica di fronte a un pubblico di docenti e studenti, presso il Dipartimenti di Scienze dell’Educazione, grazie all’invito di Angela Chiantera, nell’ambito di una serie di incontri sulla didattica dell’italiano organizzati dal GISCEL Emilia Romagna.

Le due conferenze sono state molto apprezzate e hanno permesso di far conoscere una volta ancora, in un contesto internazionale, il tipo di ricerca didattica che caratterizza l’operato dei ricercatori del DILS (Centro di Didattica dell’Italiano e delle Lingue nella Scuola) del DFA della SUPSI.

Il piacere di scrivere

0

copertinaÈ da qualche settimana nelle librerie Il piacere di scrivere. Guida all’italiano del terzo millennio, di Luca Cignetti e Simone Fornara (Roma, Carocci, 2014). La prefazione è di Luca Serianni, che lo definisce «Una palestra indispensabile per mettersi nel mare della nostra lingua senza il rischio di restare in panne nel corso della navigazione». Si tratta di un manuale di scrittura che trae linfa vitale dai circa 2.000 testi raccolti nelle scuole ticinesi nell’ambito della ricerca TIscrivo.

Ciò che rende particolare il manuale è l’impostazione diversa dal consueto: si parte, cioè, dai veri problemi della scrittura di oggi (documentati appunto da numerosi esempi reali, in gran parte prodotti da studenti ticinesi di diverse fasce di età: dai bambini delle scuole elementari agli studenti degli istituti universitari), ai quali viene dedicato ampio spazio, proponendo strategie, soluzioni pratiche ed esercizi stimolanti e innovativi. Per questo motivo, ad esempio, il lettore troverà subito risposte concrete a dubbi ortografici, a incertezze nell’uso dei segni di punteggiatura, a svarioni lessicali e a problemi nella costruzione del testo.

Il tutto nella convinzione che il dovere di comporre testi possa anche trasformarsi nel piacere di scrivere.

Un’anticipazione del contenuto del manuale è stata pubblicata nella pagina culturale del «Corriere del Ticino» del 7 novembre 2014. Cliccando qui è possibile leggere l’articolo.

TIscrivo “gioca” in casa

0

Schermata 2015-12-30 alle 15.36.28 Il 17 e il 18 ottobre 2014 si è svolto, presso il DFA di Locarno, il convegno “Quale didattica dell’italiano? Problemi e prospettive dell’insegnamento dell’italiano”, organizzato dalla SUPSI, dall’USI e dal DECS.

Nei due giorni di lavoro i ricercatori di TIscrivo hanno avuto modo di presentare alcune relazioni strettamente collegate alla ricerca: Luca Cignetti con il contributo Linguistica del testo e didattica della scrittura e Alessandra Moretti con l’intervento Come scrivono gli allievi di IV media?.

Simone Fornara ha invece proposto alcune riflessioni sulla didattica del testo letterario in relazione alle nuove tecnologie dell’informazione, con la relazione La Gerusalemme liberata dal web. Catturare le intelligenze simultanee con l’analisi del testo letterario, oggi.

Di prossima pubblicazione gli atti del convegno.

 

TIscrivo a Palermo

0

Isilfin autunno, gli spostamenti di TIscrivo sono ripresi con un viaggio a Palermo, nell’ambito del XIII Congresso della SILFI (Società internazionale di Linguistica e Filologia italiana), dedicato a La lingua variabile nei testi letterari, artistici e funzionali contemporanei. Analisi, interpretazione, traduzione (22-24 settembre 2014).

Negli Atti, già raccolti ed editi in CD da Francesco Paolo Macaluso, è presente il saggio di Luca Cignetti L’espressione della causalità nella scrittura degli apprendenti L1 di Scuola media del Canton Ticino, basato sull’esame degli elaborati di Scuola Media del corpus DFA-TIscrivo. Negli Atti è presente anche il contributo di Silvia Demartini «…fra serio e noioso c’è un abisso». La lingua per parlare di lingua in un campione di grammatiche tra gli anni Venti e Quaranta del Novecento.

I riassunti di tutti i contributi presentati in versione digitale al convegno sono consultabili online cliccando qui.

TIscrivo a Lerum (Svezia)

0

lerum1Dal 19 al 22 maggio 2014, la ricerca Tiscrivo è volata in Svezia con Silvia Demartini, che ha avuto l’occasione di partecipare a una visita di studio dedicata a Use of ICT to Support Learning and Teaching Processes ranging from Pre-School to Adult Education (nell’ambito del programma europeo di LifeLong Learning sostenuto dal CEDEFOP).

lerum3

lerum2Tra una visita e l’altra a scuole e a centri di ricerca (Lerum, Alingsås, Göteborg e dintorni), TIscrivo, insieme ad altre attività di ricerca e di didattica svolte al DFA, è stato presentato agli organizzatori e all’eterogeneo gruppo di partecipanti: ricercatori, docenti, direttori di dipartimenti universitari e di istituti scolastici provenienti da numerose nazioni europee, tutti interessati, da diversi punti di vista, ad approfondire lo studio e l’evoluzione dei saperi e delle competenze nell’era digitale. L’Agenzia nazionale svizzera preposta alla gestione degli scambi internazionali ha pubblicato sul sito una breve intervista a Silvia. E, per chi conosce lo svedese, ecco la pagina di un quotidiano locale di Lerum che documenta la visita.

OCSE, PISA, Svizzera, Italia, Ticino: un’intervista sulle competenze linguistiche dei giovani

0

2014_004

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I primi risultati del rilevamento OCSE PISA 2012 sulle competenze legate alla lettura, diffusi alla fine del 2013, sono contemporaneamente rassicuranti e preoccupanti: rassicuranti perché la Svizzera è ai primi posti nella classifica dei paesi coinvolti, con una media superiore (509) alla media OCSE (496); preoccupanti, perché l’Italia, invece, è molto indietro, con una media di 490, e il Ticino (benché i dati cantonali del 2012 non siano ancora disponibili) è tradizionalmente legato alla vicina Penisola (nel 2009 il Ticino aveva una media di 485, cioè un punto in meno dell’Italia e 16 punti in meno della media nazionale svizzera).

Ma, al di là dei dati numerici, come stanno davvero le competenze relative alla lingua scritta dei giovani ticinesi? Se ne è parlato su RSI Rete2, nella seconda pagina a cura di Mattia Pelli del 6 marzo 2014, con un’intervista a Simone Fornara (preceduta da alcune riflessioni di Tullio De Mauro), che ha avuto modo di proporre qualche considerazione legata al progetto TIscrivo.

Per ascoltare l’intervista completa, cliccare sul player qui sotto.

TIscrivo a Baobab

0

2014_003

 

 

 

Il 17 febbraio 2014 il progetto TIscrivo è andato in onda: Simone Fornara è stato infatti intervistato da Caterina Righenzi di RSI Rete Tre durante la trasmissione Baobab, per parlare degli obiettivi della ricerca e di alcuni suoi risultati.

Per ascoltare l’intervista, cliccare sul player qui sotto.

TIscrivo a Roma

0

I primi risultaromati relativi all’esame del lessico del corpus DFA-TIscrivo sono stati presentati da Silvia Demartini nell’ambito della Scuola Invernale TRIPLE (Tavolo di ricerca sulla parola e il lessico http://www.triple-lab.it/), svoltasi presso l’Università degli Studi di Roma Tre dal 17 al 21 febbraio 2014. La scuola, quest’anno dedicata al tema Espansione semantica in sincronia e diacronia. Modelli e rappresentazioni lessicali, ha offerto corsi altamente specifici sui temi trattati e momenti di confronto tra i partecipanti, uno dei quali ha previsto una sessione poster dedicata alla presentazione delle ricerche in corso.

TIscrivo al convegno Vals-Asla di Lugano

0

2014_002L’equipe di TIscrivo sarà presente al Convegno annuale dell’Associazione Svizzera di Linguistica Applicata, in programma dal 12 al 14 febbraio 2014 presso l’Università della Svizzera italiana (Facoltà di scienze della comunicazione, Via G. Buffi 13, 6904 Lugano), dal titolo Norme linguistiche in contesto.

Parteciperemo all’atelier Costruzione del testo e punteggiatura tra norma, uso e didattica negli elaborati del corpus TIscrivo, per proporre alcune riflessioni che partono dall’analisi dei testi raccolti, coinvolgendo anche le implicazioni didattiche.

Maggiori informazioni sul Convegno sono reperibili sul sito dedicato e scaricando la locandina dell’evento.

La giornata della punteggiatura

0

Schermata 2013-10-17 a 19.20.24

Il corpus di TIscrivo offre innumerevoli spunti degni di interesse: fra questi, un posto di tutto rilievo spetta alla punteggiatura. DI fondamentale importanza per la costruzione del testo scritto, essa è uno dei segnali per capire dove si annidano le criticità nella strutturazione della scrittura degli apprendenti. Per riflettere su questo ad altri aspetti della scrittura di oggi in contesto didattico e non solo, la SUPSI, il suo Centro di competenza di didattica dell’italiano e delle lingue nella scuola e la sezione regionale ticinese del GISCEL il 4 dicembre 2013 organizzano un’intera giornata con una sessione mattutina riservata a classi di scuola elementare e con una sessione pomeridiana aperta al pubblico.

La sessione pomeridiana, che si svolgerà dalle 14 alle 18 al Teatro di Locarno, cercherà di fornire risposte concrete a docenti di ogni ordine scolastico e a tutti gli interessati. Ospite d’eccezione sarà il linguista Giuseppe Patota, autore di libri divulgativi sui dubbi dell’italiano parlato e scritto di oggi di grande successo.

La partecipazione è gratuita; è gradita l’iscrizione annunciandosi all’indirizzo dfa.fc@supsi.ch.

Per tutte le informazioni, cliccare qui per scaricare la locandina.

TIscrivo a Salerno

0

LogoUniversitàDiSalernoDal 26 al 28 settembre 2013 si è svolto presso l’Università di Salerno il XLVII Congresso Internazionale della Società di Linguistica Italiana, sul tema Livelli di analisi e fenomeni di interfaccia. All’interno del Congresso SLI sono stati programmati cinque workshop, uno dei quali organizzato dal Giscel e denominato Sviluppo della competenza lessicale: Acquisizione, apprendimento, insegnamento. All’interno di questo workshop Luca Cignetti, Silvia Demartini e Simone Fornara hanno presentato l’impostazione e alcuni risultati della ricerca TIscrivo, con particolare attenzione alla definizione del vocabolario del corpus e all’individuazione di alcuni fenomeni linguistici e lessicali significativi.

TIscrivo a Bologna

0

Venerdì 10 maggio 2013 il progetto TIscrivo è stato presentato nell’ambito del corso di Didattica dell’italiano con laboratorio di scrittura tenuto da Matteo Viale presso l’Università degli Studi di Bologna (Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica). Alla lezione, dal titolo La ricerca in Didattica dell’italiano. Il progetto TIscrivo: metodo di lavoro e primi risultati e tenuta da Silvia Demartini, erano presenti gli studenti del Corso di Laurea magistrale in “Italianistica, culture letterarie europee e scienze linguistiche”, un gruppo di abilitandi del TFA e anche alcune colleghe docenti. Un grazie a Matteo per l’invito e a tutti per l’interesse mostrato!

Parole, parole, parole

0

Quasi 400.000 parole: è questa la portata numerica del corpus di TIscrivo, i cui testi sono entrati sotto la lente d’ingrandimento della nostra équipe, che ha iniziato la fase di analisi. Il dato numerico rappresenta già di per sé un risultato notevole, se si pensa che il corpus si configura come il più completo mai raccolto per quanto riguarda la scrittura scolastica del Canton Ticino.

Benché l’analisi sia appunto solo all’inizio, ci è già possibile divulgare qualche risultato, come il dato sulla frequenza lessicale, un indice importante per conoscere più a fondo il vocabolario dei bambini. Possiamo dire ad esempio che le parole più usate sono quelle “funzionali”, come la congiunzione e, le preposizioni a e di, gli articoli il e lo e il pronome che. Questo dato non deve sorprendere, si tratta infatti delle parole più diffuse in tutti i tipi di testi, anche di scriventi esperti. Ai primi posti negli elaborati dei bambini ci sono però anche i pronomi io e mi, vale a dire forme linguistiche che rinviano esplicitamente al soggetto, fortemente incentrate sul “sé”. È interessante notare che queste parole si riducono in modo graduale salendo nelle diverse classi, sono infatti molto usate in III e via via sempre meno in V elementare, in II e in IV media: potremmo per questo ritenerle segnali del progressivo “decentramento” linguistico del bambino, aprendo così la strada a interessanti implicazioni di carattere psico-pedagogico. Per ulteriori approfondimento, rimandiamo alla lettura dell’intervista che abbiamo rilasciato a Manuela Camponovo del «Giornale del Popolo», disponibile cliccando qui.

Terminata la raccolta del corpus

0

Una selezione di titoli che ben esemplifica la varietà di temi toccati dagli allievi.

Prima della pausa estiva, grazie alla collaborazione di moltissimi tra docenti, direttori e collaboratori, abbiamo portato a termine la prima, importantissima fase della ricerca TIscrivo, consistente nella raccolta dei testi prodotti dagli allievi delle scuole elementari e medie del Canton Ticino coinvolte nel progetto. La ricchezza del corpus, che, come previsto, sfiora i duemila testi, lascia presagire che i risultati dell’analisi (che si avvierà in autunno) saranno di sicuro interesse e potranno spaziare da questioni di contenuto (grazie alla creatività degli allievi) a tutti i livelli linguistici (dall’ortografia all’utilizzo di figure retoriche).

Diamo appuntamento, dunque, alla ripresa dei lavori e cogliamo l’occasione per augurare a tutti i lettori un’ottima estate.

Il team di TIscrivo.

Avviata la raccolta del corpus nelle scuole ticinesi

0

Si sta svolgendo a pieno ritmo la raccolta dei testi nelle scuole ticinesi selezionate per costituire il corpus della ricerca TIscrivo. Ormai da qualche settimana i ragazzi e i docenti delle scuole medie si sono messi al lavoro per redigere i testi che permetteranno di indagare i tratti tipici della loro scrittura; e li hanno seguiti a ruota gli allievi e i docenti delle scuole elementari, i cui lavori iniziano ad arrivare proprio in questi giorni.

Una prima superficiale lettura dei testi lascia trasparire che i risultati dell’analisi non saranno banali né scontati: emerge in modo molto chiaro la grande varietà di soluzioni linguistiche (sintattiche, lessicali e persino stilistiche) che i ragazzi della scuola ticinese sono in grado di offrire.

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro i quali stanno collaborando alla raccolta dati: in primo luogo gli allievi, ma anche i docenti e i direttori che si sono messi a disposizione in un periodo dell’anno già denso di impegni pressanti.

Grazie, dunque, e al prossimo aggiornamento!

Scialla!

0

Nuovo appuntamento radiofonico per la ricerca TIscrivo: questa volta Simone Fornara è stato ospite di Silvia Spiga e della trasmissione “Baobab” di mercoledì 29 febbraio 2012 (RSI RETE TRE, ore 17.00) per lanciare il tema della puntata del format TV “Linea Rossa” di domenica 4 marzo 2012 (RSI LA UNO, ore 12.45), cioè il linguaggio giovanile.

L’intervista ha fornito un’altra occasione per ricordare gli obiettivi della ricerca TIscrivo e per indagare l’affascinante e vivace linguaggio usato dai giovani nella loro comunicazione prevalentemente orale. Sarà interessante, infatti, verificare se questo linguaggio “invade” anche lo scritto prodotto nel contesto più formale della scuola, e in che misura.

La registrazione della trasmissione radiofonica si può ascoltare sul podcast di RETE TRE, cliccando su questo link, oppure accedendo alla pagina di Linea Rossa.

TIscrivo a Millevoci

0


La ricerca TIscrivo è approdata in radio: mercoledì 15 febbraio, Simone Fornara e Alessandra Moretti sono stati ospiti (insieme a Veronica Carmine, che collabora con l’OLSI – Osservatorio Linguistico della Svizzera Italiana – per una ricerca sul parlato dei giovani ticinesi) della trasmissione “Millevoci”, in onda in diretta su Rete 1 dalle ore 11.10 alle 11.55.

La puntata di “Millevoci”, condotta da Cristina Bonzanigo, è stata incentrata sulla lingua parlata e scritta dai giovani ticinesi, sia in contesto scolastico, sia nel parlare spontaneo, ed è dunque stata l’occasione per presentare gli obiettivi e la metodologia della ricerca.

E’ possibile ascoltare l’intera trasmissione sul Podcast della RSI, attraverso il link inserito qui sotto.

Come parlano e come scrivono i giovani ticinesi (cliccare per ascoltare la trasmissione).

Buon ascolto!

La scrittura e i nuovi media

0

Come scrivono i ragazzi quando chattano? Quali parole scelgono? Costruiscono frasi vere e proprie? Se sì, in che modo? Come usano la punteggiatura? E più in generale: la lingua della chat è semplicemente la trascrizione del loro modo di parlare, o c’è dell’altro? Queste sono le domande a cui cercheremo di rispondere nel quadro della ricerca TIscrivo.

Il primo obiettivo sta nel riuscire a capire quali siano le caratteristiche linguistiche e testuali della comunicazione via chat, che oramai tanto spazio ha nella vita quotidiana dei nostri ragazzi. La riflessione si baserà su ampi corpora e procederà in modo sistematico e dettagliato: troppo spesso ci si limita infatti a sottolineare i tratti più appariscenti, come ad esempio le note faccine, e a dare giudizi affrettati.

Il secondo obiettivo consiste nel valutare, sulla base del corpus rappresentativo raccolto nelle scuole ticinesi, se e come le caratteristiche linguistiche individuate si ritrovino negli elaborati che i ragazzi sono chiamati a produrre in classe. Una tale valutazione è preziosa per riuscire a capire quali siano pregi e difetti della loro scrittura, e per impostare una didattica adeguata, che cominci nelle scuole elementari e prosegua poi nella scuola media.

La riflessione sulla lingua della chat si inquadra in una ricerca più generale sulla scrittura italiana contemporanea in corso all’Università di Basilea, che mira a capire come questa – in modo più o meno accentuato a seconda delle varietà considerate – stia mutando, in particolare appropriandosi di strutture linguistiche che fino a pochi decenni fa erano considerate possibili solo nella comunicazione orale.

Cliccare qui per leggere un approfondimento sugli scopi della ricerca condotta all’Università di Basilea. Alcuni articoli divulgativi pubblicati negli ultimi mesi sul «Giornale del Popolo» sono inoltre disponibili nella pagina Downloads di questo blog.

Angela Ferrari
Letizia Lala
Università di Basilea

Verso la definizione del corpus

0

Il primo passo della ricerca TIscrivo è la definizione del corpus di testi che verranno raccolti e analizzati. La raccolta coinvolgerà classi di scuola elementare e di scuola media del Canton Ticino, per un totale di circa 2000 testi. L’équipe del progetto sta procedendo in due direzioni: da un lato sta preparando le tracce di scrittura da sottoporre agli allievi, dall’altro sta analizzando i dati statistici della scuola ticinese per individuare le classi nelle quali effettuare la raccolta. Si tratta di una fase delicata e importante: dalla scelta del campione dipende infatti l’attendibilità dei dati raccolti.

Lo scopo non è quello di effettuare un’indagine a tappeto, che possa fornire dati statistici sulla totalità degli allievi del cantone, ma di giungere a un’analisi che permetta di far dialogare il dato statistico con quello qualitativo, alla ricerca dei tratti ricorrenti tipici della scrittura dei giovani e di alcune linee di tendenza per poter elaborare, in una seconda fase, le strategie di intervento più opportune.

Mentre la ricerca pone dunque le sue basi per potersi sviluppare appieno, segnaliamo il primo articolo che è apparso sulla stampa riguardo al progetto TIscrivo: si tratta di un pezzo uscito sul numero di «Azione» del 16.01.2012, firmato da Raffaella Brignone. Potete leggerlo cliccando qui o cercando nel nostro archivio stampa.

A presto con i prossimi aggiornamenti.

Al via la ricerca TIscrivo

0

Parte oggi, insieme al suo blog, la ricerca TIscrivo, promossa dal Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca scientifica (FNS) insieme al Dipartimento Formazione e Apprendimento (DFA) della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI), sotto la responsabilità di Simone Fornara (responsabile) e Luca Cignetti (vice-responsabile).

La ricerca (un progetto DoRe il cui codice identificativo è 13DPD3_136603) ha per tema La scrittura oggi, tra parlato e lingua mediata dalla rete. Aspetti teorico-descrittivi, diagnosi e interventi didattici e prevede la raccolta e l’analisi di significativi corpora di scritti di giovani ticinesi in contesto scolastico (in collaborazione con l’Ufficio delle Scuole Comunali e l’Ufficio dell’Insegnamento Medio del Canton Ticino) e di scritture mediate dal computer (chat, blog, forum, ecc.). La raccolta risponde a due scopi principali: delineare e descrivere i tratti tipici dell’italiano scritto di oggi, con le eventuali influenze derivate dalla CMC (Computer Mediated Communication), e fornire preziose indicazioni per la progettazione di interventi didattici volti a migliorare la capacità di scrittura delle giovani generazioni, a beneficio di chi opera nella scuola.

Il blog è pensato come uno strumento di divulgazione e di condivisione dell’intero processo di ricerca e dei suoi risultati. Ci accompagnerà nei lavori fino al termine della ricerca (previsto per novembre 2014), ma sarà anche in seguito un punto di riferimento costante, che verrà periodicamente aggiornato. Su queste pagine potete trovare le schede biobibliografiche dei membri dell’équipe (che si avvale della collaborazione della sezione di linguistica del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Basilea), gli articoli che abbiamo scritto sul tema della scrittura di oggi liberamente scaricabili in pdf e un archivio stampa contenente le notizie pubblicate sui media a proposito dei nostri lavori.

Buona consultazione da parte dell’équipe del progetto TIscrivo!

Simone Fornara's RSS Feed
Torna all'inizio